Vai al contenuto

Home
» ULURU (AUSTRALIA)

ULURU (AUSTRALIA)

Uluru, conosciuto anche come Ayers Rock, è uno dei luoghi più iconici e affascinanti dell’Australia. Si trova nel cuore del deserto dell’Australia Centrale e attira visitatori da tutto il mondo con la sua bellezza, la sua maestosità e la sua ricca storia culturale. Questo monolite di arenaria rossa che si erge imponente nel paesaggio circostante (prevalentemente pianeggiante), rappresenta un simbolo importante per il popolo aborigeno Anangu e continua ad affascinare i viaggiatori con la sua aura di mistero e spiritualità.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Uluru (che in aborigeno significa grande pietra) è situato nel parco nazionale di Uluru-Kata Tjuta, a circa 440 chilometri a sudovest della città di Alice Springs, nello stato australiano del Territorio del Nord. È il più grande monolite del mondo con una lunghezza di 3,6 km, una larghezza di 2,4 km, un’altezza di 348 metri e un’estensione di circa 9,4 chilometri di circonferenza.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

La sua massa rocciosa si estende anche sotto la superficie per una profondità di oltre 2 chilometri. La roccia è composta da arenaria e si è formata nel corso di milioni di anni a causa dell’erosione del vento e dell’acqua. La superficie è ricoperta da una rete di fessure e grotte che ospitano una varietà di piante e animali. 

Uluru è noto per il suo colore rosso intenso che cambia notevolmente a seconda delle condizioni atmosferiche e dell’ora del giorno creando spettacolari giochi di luce e ombre. È una delle principali attrazioni turistiche dell’Australia: migliaia di visitatori arrivano ogni anno per ammirarne la bellezza.

Significato Culturale di uluru

Uluru è sacro per il popolo Anangu, gli aborigeni che sono i custodi tradizionali di questa terra da oltre 60.000 anni. Secondo la loro tradizione, Uluru è il risultato delle attività degli antichi esseri creativi, noti come Tjukurpa. Questi esseri avrebbero creato il mondo, le montagne, gli animali e gli esseri umani. Uluru è considerato un luogo di grande importanza spirituale che custodisce misteri, storie e leggende.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Visitare Uluru

Quando si visita Uluru si possono svolgere numerose attività che consentono di scoprire e apprezzare appieno la bellezza e la storia di questa incredibile montagna. È importante rispettare le tradizioni culturali e le richieste del popolo Anangu durante la visita (ricordo che il divieto di scalata vige dal 2019).

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Un’esperienza imperdibile è sicuramente osservare il cambiamento di colore di Uluru durante l’alba e il tramonto. I raggi del sole creano una spettacolare colorazione ambrata sulla superficie della roccia, passando dal rosso intenso al viola e all’arancione.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Uluru non è solo un singolo monolite, ma fa parte di un complesso roccioso chiamato Kata Tjuta (anche conosciuti come Monti Olgas). Kata Tjuta è costituito da una serie di trentasei monoliti che si ergono imponenti nel paesaggio. Anche qui sono disponibili sentieri escursionistici per esplorare questa meraviglia geologica.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Il mio nuovo romanzo
LEI E LA MONTAGNA |

ALLA RICERCA DEI SIGNIFICATI PIÙ PROFONDI DELLA VITA TRA LE PIÙ BELLE MONTAGNE DEL MONDO. UNA STORIA AUTENTICA, CHE APPASSIONA E FA RIFLETTERE

SALIRE L’ULURU

La salita a Uluru non è più consentita dalla comunità aborigena Anangu che è la custode tradizionale della zona. Nel 2017, i proprietari tradizionali del parco nazionale di Uluru-Kata Tjuta hanno deciso di vietare la scalata per motivi culturali e spirituali e dal 2019 tale divieto è vigente. Questa decisione è stata presa per rispettare la sacralità di Uluru e per evitare la profanazione del sito da parte dei visitatori.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli


La salita richiedeva un minimo di allenamento nonostante la ridotta altitudine del monte. Uluru raggiunge infatti un’altezza di appena 348 metri. Sul pendio vi era anche una serie di catene metalliche installate per fornire supporto. Le condizioni atmosferiche australiane erano l’incognita più grande in quanto queste possono cambiare rapidamente e arrivare a imporre temperature estremamente elevate e venti forti, rendendo a volte l’ascesa relativamente ardua (niente di complicato, comunque, per chi era abituato alle salite in montagna).

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Negli ultimi anni, salire la montagna era considerato un atto di mancanza di rispetto verso la cultura e le tradizioni degli aborigeni locali, quindi – già negli anni precedenti al divieto – la percentuale di persone che decidevano di salire si era notevolmente ridotta. C’è poi stato invece un periodo di sovraffollamento qualche mese prima dell’entrata del divieto, con turisti che arrivavano da tutto il mondo per approfittare delle ultime possibilità di ascesa.

Oggi, i visitatori possono ancora apprezzare la bellezza e la grandezza di Uluru da vicino, anche senza scalare il monolite. Ci sono diversi sentieri intorno a Uluru che permettono di esplorare l’area a piedi e di apprezzarne la bellezza e i colori.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

LA MIA SALITA

Dal 25 ottobre 2019, come già detto, non è più possibile salire l’Uluru. Io ci salii nel 2002, quindi ben prima del divieto. Già allora però c’erano parecchie limitazioni e molte persone sceglievano di non salire la montagna per non mancare di rispetto alla cultura aborigena. Personalmente, non ho mai creduto che una montagna possa ‘appartenere’ a qualcuno e sinceramente non sono d’accordo con il divieto.

Ho salito diverse cime che prevedevano l’accompagnamento obbligatorio delle guide e il rilascio di un numero limitato di permessi giornalieri (ad esempio il Teide, il Kilimanjaro e il Kinabalu). Trovo giusto un controllo simile in luoghi di particolare importanza culturale e scientifica. Ma non trovo giusti i divieti.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Provenendo dalle Dolomiti, dove ogni cima è libera e accessibile a tutti, mi rendo conto dei rischi della libertà assoluta. Il rischio è l’over-tourism, la svalutazione e il rovinarsi del territorio. Però c’è anche da dire che il pianeta è di tutti e i divieti sembrano invece appropriarsi di uno spazio, di un luogo.

A mio avviso, la soluzione potrebbe essere quella di una salita controllata, con il rilascio di un determinato numero di permessi giornalieri. Ciò permetterebbe a un appassionato che viene dall’altra parte del mondo di prenotare in anticipo e in definitiva di vivere questa grandiosa esperienza, senza però che si presenti il rischio di rovinare o svalutare il territorio.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Mi rendo conto infatti che vedere migliaia di salitori su un massiccio come Ayers Rock sia un insulto alla natura e alla pace che certi luoghi dovrebbero sempre poter esprimere.

Considerato tutto, mi reputo fortunato ad aver salito l’Uluru. Su questa salita non c’è comunque molto da dire, a livello fisico non richiedeva molto sforzo perché trattasi di poche centinaia di metri di dislivello. L’unico elemento che si rivela sempre complicato in questo continente, è il clima. L’Australia può infatti colpire duramente e il sole non perdona.

Uluru - Cuorecielo - Alfredo Paluselli

Dalla cima dell’Uluru, i monti Olgas in lontananza.

Per salire l’Uluru senza problemi bisognava necessariamente bere moltissima acqua e trovare un momento fresco della giornata. Io salii al mattino presto e mi godetti appieno l’alba in un ambiente davvero eccezionale. Molto affascinanti sono anche i monti Olgas nelle immediate vicinanze di Uluru… forse saranno oggetto di un prossimo articolo di Cuorecielo.

Cuorecielo.com racconta viaggi esotici, luoghi stupendi ed esperienze di crescita personale. Ogni contenuto è stato creato con positività, inseguendo il sogno possibile di un mondo migliore. Alfredo Paluselli​

I MIEI LIBRI

bryce canyon

BRYCE CANYON (USA)

Il Bryce Canyon National Park, nel sud-ovest dello Utah, è uno dei parchi nazionali più iconici degli Stati Uniti.

GILI ISLANDS

GILI ISLANDS (INDONESIA)

Le Isole Gili sono un arcipelago di tre piccole e meravigliose isole senza strade a nord ovest della costa di...

Ubud (Indonesia) - Cuorecielo.com - Alfredo Paluselli

UBUD (INDONESIA)

Ubud è una cittadina situata nel cuore di Bali, una delle destinazioni più amate dai viaggiatori di tutto il mondo.

Ricevi ispirazioni

Per rimanere in contatto con Cuorecielo puoi iscriverti alla newsletter
…oppure al canale Whatsapp! 
Scegli tu!

NON MANCARE!
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 
DI CUORECIELO

la meta

è partire

Alfredo Paluselli

Questo è CUORECIELO.COM
Grazie della visita! 
Alfredo Paluselli

seguimi

Tutto il materiale presente in cuorecielo.com è coperto da copyright