Vai al contenuto

Home
» PIANIFICA IL TUO PRIMO VIAGGIO IN GIAPPONE

PIANIFICA IL TUO PRIMO VIAGGIO IN GIAPPONE

Tag:

Viaggio in Giappone: guida completa per un’avventura indimenticabile

Il Giappone: terra di samurai, geishe, templi millenari e paesaggi mozzafiato, è un sogno per molti viaggiatori. Si tratta di una nazione ricca di peculiarità, differenze che la rendono bellissima ma anche leggermente ostica, soprattutto per i gap linguistici e culturali. 

Ma non preoccuparti: il Giappone è un paese sicuro e tutto sommato ‘facile’ se seguirai le giuste raccomandazioni prima di visitarlo. Se stai pianificando un viaggio in questo paese affascinante, ecco una guida completa per aiutarti a organizzarti al meglio e vivere un’esperienza indimenticabile e senza stress. 

1. Pianificazione e preparativi

Quando andare: La primavera (marzo-maggio) e l’autunno (settembre-novembre) sono i periodi migliori per visitare il Giappone, con clima mite e paesaggi incantevoli. In primavera, come è noto, sarà possibile ammirare lo spettacolo naturale della fioritura dei ciliegi. In autunno quello del foliage. 

L’estate (giugno-agosto) è calda e umida, mentre l’inverno (dicembre-febbraio) può essere freddo e nevoso.

Visto: La maggior parte dei cittadini italiani non necessita di un visto per soggiorni turistici fino a 90 giorni. Controlla comunque sul sito web dell’ambasciata giapponese per le ultime informazioni aggiornate.

Voli (dove arrivare): Numerose compagnie aeree offrono voli diretti dall’Italia. I punti di arrivo più frequenti dal nostro paese sono l’aeroporto di Narita (est di Tokyo) o Kansai (Osaka). Solitamente con Air China (e quindi con scalo a Pechino o Shangai) si possono ottenere le tariffe migliori. Air China è un’ottima compagnia, moderna sicura e pulita. Prenota in anticipo per ottenere i migliori prezzi. Altri possibili punti di arrivo via aereo sono: Haneda (HND), Nagoya (NGO) e Fukuoka (FUK).

Passaporto: Assicurati che il tuo passaporto abbia una validità residua di almeno 6 mesi oltre la data del tuo ritorno.

Valuta, denaro e pagamenti: La valuta qui, come saprai, è lo yen giapponese (JPY). Ti consiglio di avere già in tasca degli yen al momento del tuo arrivo. Se ti recherai alla tua banca con sufficiente anticipo potrai cambiare i tuoi euro con una spesa accettabile e facilitare così i tuoi primi momenti in Giappone. In ogni caso non preoccuparti: potrai cambiare i tuoi euro in banche, aeroporti o uffici di cambio valuta sparsi un po’ ovunque in Giappone. L’onestà tipica dei giapponesi ti permetterà di fare questa operazione senza grande stress. 

Pagamenti con carta: Tieni conto che, nonostante la generale modernità del paese, le carte di credito e i pagamenti elettronici non sono molto diffusi. Il contante qui la fa ancora da padrone e in molti piccoli esercizi non è proprio possibile pagare con carta. Dopo il covid la situazione è cambiata un po’ ma, generalmente, il Giappone è un paese estremamente legato al denaro contante.  

È costoso?: Il Giappone ha la nomea di essere molto costoso, e un tempo era effettivamente così. Ma oggi la forza dell’euro sulle valute mondiali ci permette di visitare questo paese spendendo poco. Al momento della scrittura di questo articolo (maggio 2024) uno yen vale 0,0059 euro. Ciò vuol dire che cambiando mille euro (al netto delle commissioni) si ottengono quasi 170.000 yen, una cifra che ti permetterà di non dover rinunciare a quasi niente per molti e molti giorni. La valuta giapponese si è svalutata tantissimo negli ultimi anni e in questo momento storico il Giappone rappresenta una destinazione conveniente per noi europei. Ciò, di riflesso, ha fatto lievitare molto l’afflusso turistico e quindi alcuni prezzi sono aumentati (soprattutto gli hotel nelle grandi città nei periodi di grande affluenza), ma comunque – in proporzione – meno di prima. Non è sempre stato così e probabilmente non sarà sempre così: approfittane e vacci appena puoi! 
Nota bene: alcuni acquisti, come il caffè ad esempio, sono e saranno più cari rispetto all’Italia. In compenso molte altre spese saranno più accessibili rispetto all’Italia indipendentemente dal valore dello yen (come un buon sushi e i pasti al ristorante in generale).

Assicurazione di viaggio: I costi di ricovero e cure in caso di problemi potrebbero essere altissimi. Ti consiglio di stipulare un’assicurazione di viaggio che copra spese mediche (soprattutto se hai patologie pregresse), annullamento del volo e smarrimento dei bagagli. Tieni sempre presente che le assicurazioni a buon prezzo vendute dalle compagnie aeree non coprono quasi mai le patologie pregresse, se hai problemi di salute di questo tipo fai attenzione ai dettagli del contratto che stipuli.

Noleggio auto:  Se intendi noleggiare un auto in Giappone sappi che si tratta di un’idea meravigliosa, ma ci sono delle cose da tener presente. Innanzitutto per noleggiare DEVI avere la patente internazionale che potrai richiedere all’Aci in Italia con almeno uno o due mesi di anticipo sul tuo viaggio al costo di circa 80€. Senza la patente internazionale esplicitamente valida per il Giappone sappi che non ci sarà alcun modo di noleggiare un auto (alcune agenzie non ti diranno nemmeno i prezzi). Un’altra cosa da tenere presente è che nel Sol Levante si guida a sinistra, se hai già guidato ad esempio in Inghilterra, Thailandia o Australia non avrai molti problemi, altrimenti sappi che all’inizio sarà un po’ strano, ma niente di impossibile. Il traffico in Giappone è molto rilassato e non esistono particolari problemi o difficoltà, l’esperienza di guida è simile a quella che si potrebbe avere da noi, anzi è molto più ordinata e tranquilla. Vai piano, segui Google Maps, e fai buon viaggio!

Parcheggio: Se deciderai di guidare, il parcheggio sarà una delle cose più particolari. In Giappone non potrai lasciare l’auto a bordo strada all’italiana. Nei centri abitati, quasi tutti i posti auto sono controllati e a pagamento. Solitamente si tratta di una sbarra di metallo che si alza sotto l’automobile appena avrai parcheggiato, impedendoti di andare via senza pagare. Sarà sufficiente andare alla macchinetta automatica, inserire il numero del tuo stallo, pagare il dovuto e la barra di metallo si abbasserà lasciandoti uscire. Esistono anche parcheggi situati in piazzali con stanga di uscita (come in Italia) e silos in alcuni dei quali la macchina viene posizionata e ripresa da appositi elevatori meccanizzati. I prezzi dei parcheggi possono variare di molto anche a poca distanza. Se vuoi risparmiare qualcosa, controlla nei paraggi prima di lasciare la macchina nel primo posto libero.

Usare la metropolitana: La metropolitana nelle grandi città del Giappone è il mezzo di gran lunga più usato. Ti accorgerai presto di come il traffico sia scarso e tranquillo, nonostante le grandi strade. La gente qui usa i mezzi pubblici e molte famiglie non hanno un mezzo a motore. Chi vive fuori dai grandi centri abitati spesso usa auto economiche solo per le necessità basiche. La metropolitana non è dissimile da quella di altre grandi città come Londra e New York ma ha una piccola particolarità che ti aiuterà molto, se saprai leggerla. La particolarità è che le stazioni sono numerate e quindi non dovrai forzatamente ricordare difficili nomi in giapponese: ti basterà ricordare la linea e il numero della fermata. E per andare nella direzione giusta ti basterà capire se devi andare verso i numeri crescenti o quelli calanti. È facilissimo!

Prepara il tuo smartphone:  Prima di arrivare in Giappone scarica da Google Maps le mappe in modalità offline, scarica la lingua giapponese sul traduttore e prepara tutte quelle app che ti potranno aiutare (convertitore di valuta, app di prenotazioni alberghiere, app del tuo assicuratore con i dati dell’assicurazione del viaggio se ce l’hai ecc.). Fotografa inoltre i tuoi documenti e il passaporto (non si sa mai). Cerca di avere con te un power bank e un adattatore di corrente.

Google Maps: Approfondisco questo argomento perché è una dritta che ti farà risparmiare ore del tuo viaggio. Google Maps infatti non ti sarà utile soltanto per trovare il percorso o il ristorante, ma anche per i mezzi pubblici e l’uscita dalle stazioni. Infatti, se inizialmente la metropolitana di Tokyo ti sembrerà complicata, ti accorgerai presto di quanto Google Maps ti potrà essere utile. L’app è validissima per ottenere orari e direzione dei treni e anche… per uscire dalle stazioni dal punto giusto! Nelle grandi stazioni della città ci sono infatti anche 30 uscite (sì, trenta… o anche di più!). La distanza da un’uscita all’altra può anche essere considerevole e uscire da quella sbagliata significherà perdere magari un quarto d’ora impazzendo per niente per attraversare strade con semafori che non diventano mai verdi. Se l’uscita giusta per quello che cerchi è la 26b, perché uscire dalla 3a? Impara a usare bene l’app e risparmierai moltissimo tempo. Nota bene: l’applicazione ti sarà utilissima anche per gli autobus (saprai in anticipo numero, costo, fermata, direzione e soprattutto orari aggiornati).

Inglese:  Forse non sai che quasi nessuno in Giappone parla inglese. Le persone che lo parlano sono davvero poche, solitamente giovani che hanno studiato all’estero o personale degli aeroporti o stazioni. Ma anche in questi casi molti lavoratori giapponesi fanno uso di un traduttore digitale fornito dallo stato e che tengono appeso al collo per limitare le barriere linguistiche con il resto del mondo. Se non lo sapevi sappilo, ma non preoccuparti, c’è la tecnologia e a tal proposito ti verrà in aiuto il capitolo seguente!

2. Internet 

Questo capitolo a mio avviso è IMPORTANTISSIMO

Come dicevo all’inizio, le difficoltà maggiori in Giappone sono quelle linguistiche. Come avrai letto sopra, quasi nessuno qui parla inglese. Ma per fortuna oggi ci sono i traduttori automatici. Anche se tali strumenti non ti permetteranno di fare grandi conversazioni con i giapponesi, ti permetteranno di affrontare qualsiasi situazione con la necessaria comprensione di base, sia che si tratti di ordinare al ristorante, noleggiare un auto o prendere un treno. Anche se quasi tutte le app di viaggio moderne permettono il download dei dati per essere utilizzate anche offline, avere internet funzionante sul proprio smartphone fin dal primo momento è essenziale per un viaggio senza stress. Appena arrivato in Giappone avrai infatti da prendere un treno per arrivare in città, dovrai capire dove andare, sarai vittima del fuso orario e della stanchezza e tutto ti sembrerà strano. Avere yen contanti nel portafoglio e internet funzionante sullo smartphone fin dal primo momento ti semplificherà molto i primi momenti nel Sol Levante! 

Bene, come fare?

La soluzione più comoda e semplice si chiama sim virtuale. Potrai infatti acquistare già dall’Italia la tua sim virtuale giapponese con un piano dati sufficiente per effettuare poi il download di tutto ciò che ti servirà.  Per poterlo fare devi ovviamente avere un telefono compatibile con tale tecnologia. Dopodiché basterà scansionare il QR-code che riceverai con il tuo acquisto e magicamente al tuo arrivo in Giappone avrai internet funzionante sul tuo telefono. 

Per quindici/venti giorni ti consiglio un piano da circa 20GB. Solitamente le sim virtuali scadono dopo 30 giorni. Tieni presente che il wi-fi in Giappone è normalmente diffuso e potrai così aggiornare le tue app e i tuoi dati offline senza sprecare il tuo piano dati.

Perché è così importante internet? Perché Google Maps in Giappone dovrà diventare il tuo spirito guida, per i mezzi pubblici, per le strade e per trovare qualsiasi cosa cercherai! Inoltre internet ti sarà utile per il traduttore (anche tramite la fotocamera puntata, ad esempio, su un menu o su un cartello stradale incomprensibile) e per avere le info in tempo reale di ogni cosa. Pensa al tempo che risparmierai: immagina di fare un’ora di metro a Tokyo per poi scoprire che il museo dove volevi andare, proprio quel giorno, era chiuso…

Ecco qualche link da cui effettuare l’acquisto della tua e-sim per il Giappone: eSIM.sm – japanexperience – airalo.

3. altri CONSIGLI UTILI

Trasporti: Il Giappone vanta un sistema di trasporti pubblici efficiente e capillare. Treni, metropolitane e autobus sono comodi e puntuali. Acquista un Japan Rail Pass se intendi viaggiare molto in treno. Ecco il link da cui effettuare l’acquisto.

Alloggio: Dagli hotel di lusso ai ryokan tradizionali, il Giappone offre una vasta gamma di opzioni di alloggio per tutti i budget. Prenota in anticipo, soprattutto durante l’alta stagione. Tieni conto che le camere negli hotel, soprattutto nelle grandi città, sono generalmente molto piccole. Quando prenoti, se possibile controlla la metratura della camera.

Lingua: come detto, l’inglese non è ampiamente diffuso, alcune frasi base in giapponese saranno molto apprezzate. Non è difficile, prova!

Etichetta: Il Giappone pone grande enfasi sul rispetto e la cortesia. Impara alcune regole di base come inchinarsi per salutare, togliere le scarpe prima di entrare in casa e usare le bacchette correttamente…

Cibo: Mangiare in Giappone rappresenta un’esperienza quasi sempre piacevolissima e interessante. Non starò qui ad elencare i piatti tipici giapponesi (che magari già conosci) anche perché esistono intere pagine web che approfondiscono l’argomento. Quindi vai, assaggia, scopri e… sappi che quasi mai sono disponibili le forchette!

Continua sotto…

Il mio nuovo romanzo
LEI E LA MONTAGNA |

ALLA RICERCA DEI SIGNIFICATI PIÙ PROFONDI DELLA VITA TRA LE PIÙ BELLE MONTAGNE DEL MONDO. UNA STORIA AUTENTICA, CHE APPASSIONA E FA RIFLETTERE

3. hai solo 10 giorni? ecco un’idea di viaggio

Se non sei mai stato in Giappone e vuoi un piccolo assaggio del paese, ti lascio di seguito un’idea di viaggio. Questo itinerario di 10 giorni ti porterà attraverso alcune delle città più iconiche del Giappone, dalla moderna Tokyo all’antica Kyoto, fino alla storica Hiroshima. Viaggerai in treno, in modo comodo e panoramico (e non mancherà la vista sul monte Fuji!).

Giorno 1-3: Tokyo

Arriva all’aeroporto di Narita o Haneda e prendi il treno per Shinjuku o la Tokyo Station (a seconda di dove hai prenotato l’hotel).

  • Sistemati nel tuo hotel, magari a Shinjuku, un quartiere vivace con numerose opzioni di shopping, ristoranti e vita notturna.
  • Visita il Tokyo Metropolitan Government Building per una vista panoramica sulla città.
  • Esplora il quartiere di Shibuya, famoso per l’incrocio più popolato al mondo e i negozi alla moda.
  • Passeggia per il Parco Yoyogi, un’oasi verde nel cuore della città.
  • Assisti a uno spettacolo di kabuki o sumo.
  • Visita il Sensoji Temple, il tempio buddista più antico di Tokyo.

Giorno 3-5: Kyoto

Prendi il treno Shinkansen da Tokyo a Kyoto. Se possibile scegli un posto sulla destra del treno così potrai ammirare il monte Fuji!

  • Sistemati nel tuo hotel a Gion, il quartiere delle geishe di Kyoto, oppure vicino alla stazione centrale.
  • Visita il Kiyomizu-dera, un tempio buddista famoso per la sua terrazza in legno che si affaccia sulla città.
  • Passeggia per il Fushimi Inari-taisha, un santuario shintoista noto per i suoi migliaia di torii rossi.
  • Esplora il Arashiyama Bamboo Grove, una foresta di bambù mozzafiato.
  • Assisti a una cerimonia del tè in un tradizionale giardino zen.
  • Visita il Nishiki Market, un mercato coperto che offre una vasta gamma di prodotti gastronomici locali.
  • Prendi il treno e fai una gita di un giorno a Nara, sede di numerosi templi e santuari antichi, tra cui il Todai-ji, che ospita una statua gigante del Buddha in bronzo.

Giorno 6-8: Hiroshima

Prendi il treno Shinkansen da Kyoto a Hiroshima e sistemati nel tuo hotel in centro.

  • Visita il Parco della Pace, un memoriale dedicato alle vittime del bombardamento atomico del 1945.
  • Visita il Museo Conmemorativo della Pace di Hiroshima, che racconta la storia del bombardamento atomico e dei suoi effetti.
  • Fai un bellissimo giro in barca sull’isola di Miyajima, sede del santuario Itsukushima, noto per il suo torii rosso che galleggia nella marea. L’isola propone anche validi percorsi trekking.
  • Sali sul Monte Misen per una vista panoramica sulla città e sulla baia.

Giorno 8-10: Ritorno a Tokyo

Prendi il treno Shinkansen da Hiroshima a Tokyo. Se possibile scgli un posto sulla sinistra del treno così potrai ammirare di nuovo il monte Fuji!

  • Trascorri i tuoi ultimi giorni a Tokyo facendo shopping, mangiando e esplorando i quartieri che non hai ancora visto.
  • Visita il Palazzo Imperiale, la residenza ufficiale dell’imperatore del Giappone.
  • Fai un ultimo giro in cima al Tokyo Skytree, la struttura più alta del Giappone.
  • Assicurati di provare la cucina giapponese, come sushi, ramen, tempura e soba.

Altri piccoli suggerimenti:

  • Valuta l’acquisto del Japan Rail Pass se intendi fare molti viaggi in treno.
  • Prenota i tuoi alloggi e i tuoi biglietti del treno in anticipo, soprattutto durante l’alta stagione.
  • Impara alcune frasi base in giapponese.
  • Rispetta le usanze e le tradizioni locali.
  • Porta con te scarpe comode, poiché camminerai molto.
  • Assicurati di avere un adattatore per la presa elettrica, poiché le prese in Giappone sono diverse da quelle in Italia.
  • Scambia i tuoi soldi in yen prima di partire.
  • Scarica un’app di traduzione sul tuo telefono.
  • Acquista una carta SIM giapponese per avere accesso a internet durante il tuo viaggio.

4. tre meravigliose settimane in giappone

Se hai un po’ più tempo, in questo capitolo ti offrirò un’idea di viaggio in Giappone di tre settimane. Non riuscirai a vedere tutto il paese, ma avrai sicuramente un assaggio interessante e completo di questa nazione così unica. Tokyo, Kyoto e Hiroshima corrispondono con il capitolo precedente. Ma basta chiacchiere… partiamo!

  • Giorni 1-3: Tokyo

(Vedi sopra)
Al tuo ultimo giorno nella capitale prendi il treno Shinkansen per Kyoto.

  • Giorni 3-6: Kyoto / Nara

(Vedi sopra)
Al tuo ultimo giorno a Kyoto noleggia la tua auto.

  • Giorni 6-9: Tokushima

Anche se questa cittadina nello Shikoku non rappresenta in sé una grande attrazione, sarà un’ottima base di partenza per visitare alcune delle meraviglie di questa grande isola. E il viaggio per andarci ti permetterà di vedere lungo la strada: Kobe (città famosa per il manzo omonimo, una specialità gastronomica giapponese, ma anche una cittadina piacevole in generale), il ponte di Onaruto (uno dei ponti sospesi più grandi del mondo) e il Vortice di Naruto (un fenomeno legato alle maree che si manifesta nello stretto di Naruto).

Durante la tua permanenza a Tokushima potrai raggiungere i primi templi del famosissimo cammino di Shikoku e camminare tr aquesti luoghi magici. Ti consiglio di partire dal tempio numero 1 e arrivare al numero 5 e poi ritornare in autobus, si tratta di una bella gita di un giorno che ti permetterà di capire cosa significa camminare nel cammino degli 88 templi (conosciuto in tutto il mondo). Se vuoi, quando ti allontanerai da questa zona potrai visitare anche il cammino numero 88, così da avere visto l’inizio e la fine di questo famoso percorso. 

Un’altra destinazione bellissima da vedere in questa zona è il giardino Ritsurin (nei pressi di Takamatsu): è considerato uno dei più bei giardini di tutto il Giappone e visitarlo rappresenta un vero must.
  • Giorni 9-11: Saijo

Inseriamo un po’ di montagna in queste tre settimane, faremo una facile escursione sul monte Ishizuchi e Saijo rappresenta una buona base di partenza. Ci troviamo qui in una zona assolutamente non turistica, ma proprio per questo interessante e particolare. La cittadina di Saijo è piatta e fors eun po’ banale ma è circondata dai monti Shoikoku di cui l’Ishizuchi rappresenta l’apice. In macchina dovrai percorrere strade strette e rispide, ma nulla di particolarmente difficile, in una zona molto naturale (aguzza gli occhi perché la zona è popolata da simpatiche scimmiette!). La salita al monte è piuttosto facile e la cima si può raggiungere in circa 3 ore di sentiero. Quando tornerai al tuo hotel a Saijo avrai visto una bellissima parte dello Shikoku e potrai prepararti al tuo viaggio verso Hiroshima!
  • Giorni 11-14: Hiroshima

Oltre a quanto detto nel capitolo precedente su Hiroshima, una permanenza un po’ più lunga ti potrebbe permettere di visitare anche il bellissimo percorso di Sandan-kyō a nord. Con un breve tragitto in auto arriverai qui, potrai parcheggiare facilmente e camminare in questo magnifico scenario. Si tratta di una facile e panoramica passeggiata molto percorsa dai locali.
  • Giorni 14-16: Nara (oppure Koyasan)

Qui ti lascio un po’ di scelta su dove dormire, dipende infatti da quanta strada vorrai percorrere. Nara è bellissima ed è a una distanza comoda, ma ci sei giù stato nella prima parte del viaggio. Se vorrai guidare qualche ora in più ci sarà l’occasione di dormire a Koya dove esistono moltissimi antichi templi adeguati a hotel. I prezzi non sono bassi e bisogna adattarsi. Ma l’atmosfera è magica. Qui non perdere l’occasione di visitare il monumentale cimitero di Okunoin e il mausoleo di Kobo Daishi, il monaco che diede vita al famosissimo cammino degli 88 templi sull’isola di Shikoku.
 
Che tu decida di dormire a Nara oppure a Koya, lungo la strada avrai due splendide tappe da non perdere. Si tratta di Onomichi, meravigliosa cittadina con bellissimo panorama sul golfo (possibilità di salire anche in funivia) e il meraviglioso Castello di Himeji, una delle attrazioni più visitate in assoluto in Giappone!
  • Giorni 16-18: Kyoto

Kyoto è bellissima e secondo me vale la pena ritornarci (anche perché a questo punto sarà ora di restituire la macchina!). Passaci almeno un giorno o due e non dimenticare di dedicare almeno un paio d’ore alla visita della stazione centrale che è assolutamente incredibile! Poi prendi il tuo Shinkansen per Tokyo.
  • Giorni 18-21: Tokyo

Siamo alla fine del viaggio. Ritornata/o in capitale ti sentirai probabilmente felice e soddisfatta/o. Il Giappone ti avrà lasciato tanti bellissimi ricordi e l’impressione che esista un modo diverso per vivere. Il rispetto, l’educazione civica e l’ordine generale saranno sicuramente gli aspetti che ti avranno colpito di più; oltre naturalmente ai luoghi meravigliosi che avrai visto, le persone stupende che avrai incontrato e le esperienze magnifiche che avrai vissuto. Magari scegli un hotel in una zona diversa da dov’eri precedentemente e prenditi il tempo per vivere Tokyo senza stress.  
 
Images © Alfredo Paluselli
Cuorecielo.com racconta esperienze di crescita personale e luoghi stupendi. Ogni contenuto è stato creato con positività, inseguendo il sogno possibile di un mondo migliore. Alfredo Paluselli

I MIEI LIBRI

Gunung Mulu

GUNUNG MULU (BORNEO)

Il Gunung Mulu National Park, nel Borneo malaysiano, è una foresta pluviale ricca di grotte, pipistrelli, cascate e natura incontaminata!

Ricevi ispirazioni

NON MANCARE!
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 
DI CUORECIELO

la meta

è partire

Alfredo Paluselli

Questo è CUORECIELO.COM
Grazie della visita! 
Alfredo Paluselli

seguimi

Tutto il materiale presente in cuorecielo.com è coperto da copyright